Castel Thun

e dintorni

Articoli

Le tre Marie

Molte analogie nei dipinti di Solimena, Guardi e Cignaroli

La chiesa dedicata a S. Maria Assunta a Vigo di Ton, conserva uno straordinario nucleo di dipinti di Francesco Guardi e del fratello Antonio. L'atare ligneo di sinistra del sec.  XVIII, attribuibile alla bottega del Ramus, commissionato  dalla famiglia Marcolla, contiene una delle più pregevoli opere della chiesa, la pala del celebre pittore veneziano Giovanni Antonio Guardi “ La Madonna con il Bambino Gesù”. Il tipo di rappresentazione è molto comune nei dipinti dell'epoca; una tela che rappresenti una Madonna con Bambino è presente in quasi tutte le chiese e gallerie d'arte. Qualcosa di più di somiglianza caratterizzano le opere di Guardi e Cignaroli rispetto al dipinto di Solimena:

Francesco Solimena (1657-1747).
La Madonna col Bambino, l’angelo custode e S. Francesco di Paola pervenuti alla Gemáldegalerie di Dresda nel 1745 , attraverso l’intermediazione del pittore e mercante Ventura Rossi che li acquistò, probabilmente a Venezia…
Mentre il dipinto si trovava ancora a Venezia fu copiato da Gian Antonio Guardi come pala d'altare per la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta di Vigo d'Ananunia (TN).

Giovanni Antonio Guardi (1699-1770).
La Madonna e i santi Antonio abate, Carlo Borromeo e Rocco.
Originari della val di Sole, i Guardi mantennero sempre contatti con la terra d'origine e naturalmente con i Thun, i signori più potenti dell'Anaunia. L'occasione per i dipinti della chiesa di Vigo di Ton si presentò nel 1738.

Giandomenico Cignaroli (1724-1793)
Un fanciullo intercede presso la Madonna col Bambino e san Francesco di Paola accompagnato dall' Angelo Custode. (provincia di Brescia).
Il Cignaroli eseguì il dipinto su modello di quello realizzato da Francesco Solimena durante il suo soggiorno avvenuto verso l'inizio del secondo decennio del XVIII secolo a Venezia, presso casa Widman.

Share