CASTEL THUN

e dintorni

Rai Uno

I castelli trentini su Rai Uno

La puntata di «Paesi che vai....» andrà in onda domenica 11 novembre alle ore 9.40 su Rai Uno.

Castel Thun e Vigo visti da Sud   Giaz

Leggi la notisia su L'Adige >>>

 

I Castelli del Trentino

castellideltrentino.it

Un viaggio a tutto tondo nei castelli grazie al progetto di Apsat - Ambiente e Paesaggi dei Siti d’Altura Trentini

Dracocephalum austriacum

Sulla montagna che sovrasta Castel Thun, il monte Malachino, anche quest'anno nel mese di maggio è stato possibile ammirare il "Dracocephalum austriacum", 

Il fiore e il luogo sono descritti in questo articolo >>>

Galleria fotografica >>>

 

Percorsi d'Anaunia

Sentieri di montagna, tra boschi e grotte nascoste, tra ponti sospesi e maestosi castelli. Percorsi romani in mezzo alla fauna selvatica, siti archeologici circondati da forre profonde scenario di eremi e santuari. Passeggiate accanto a ruscelli e laghi. Luoghi dove si vive l’intimo rapporto tra la natura e il passato dell’uomo.

https://www.percorsidanaunia.com/it/pda_percorsi/castel-thun/

4

Tesori sconosciuti

Castel Thun svela tesori sconosciuti

Arte, architettura, committenza: il nuovo volume

 

stanze

Leggi l'articolo su l'Adige.it >>>

 

La filanda di Castel Thun

Castel Thun e la filanda nel 1910

 

vigo thun 1910

serie 31
Registri di amministrazione della filanda, 1849 - 1863
Contenuto
La serie è costituita da 14 registri che documentano la costruzione e l'attività verso la metà dell'Ottocento di una filanda. Fu per volontà di Matteo Thun che alla fine dell'anno 1849 si diede avvio ai lavori di erezione nelle vicinanze di Castel Thun di una filanda; lavori che consistettero inizialmente nella conduzione e nel trasporto di sassi e sabbia nella cava individuata a ospitare la nuova attività. Dai registri della serie si evince che la produzione della seta iniziò nel 1852 e che nel 1854 l'attività aveva oramai preso piede, tanto che viene registrata la rendita giornaliera da giugno a settembre in "seta", "mezze", "doppi", "spurgo" e "sbuse". Per la lavorazione della seta venivano impiegate soprattutto donne, cheprovenivano dai paesi limitrofi di Toss, Bastianelli, Vigo, Dardine. Esse avevano funzione di "cernitrice", "menaressa", "tiraressa", "maistra", e ricevevano in compenso per le opere svolte nella filanda somministrazioni in generi alimentari.Sono presenti anche alcuni partitari dei vari fornitori del seme-bachi (1), della foglia di gelso, di gallette, provenienti dalla zona della Piana Rotaliana (Mezzolombardo, Nave San Rocco, Nave San Felice, Grumo, Zambana, Maso Inon). La gestione dell'impresa pare fosse affidata all'agente Colmano. L'attività documentata giunge fino al 1863....

....

Fonte:  Famiglia Thun, conti di Thun e Hohenstein, linea di Castel Thun. Inventario dei registri dell'archivio (1271-sec. XX)

Provincia autonoma di Trento. Soprintendenza per i beni librari e archivistici. Ufficio archivio provinciale

itenfrdeptrues

Mailing List

Per ricevere informazioni, novità e curiosità.

Archivio Thun

Cerca nell'archivio THUN


Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.